venerdì 17 febbraio 2012

Inimitabile in tutto


Tanto si è scritto sulla vittoria di Tazio Nuvolari nel GP di Germania del 1935: quella del piccolo Davide contro il Golia tedesco, una delle tante imprese che hanno contribuito a costruire la leggenda del "mantovano volante".
Il 28 luglio del 1935 l'Alfa Romeo P3 di Nuvolari riuscì ad avere la meglio sulla corazzata Mercedes diretta dallo storico direttore sportivo, Alfred Neubauer.
L'obiettivo dei tedeschi era piuttosto semplice: annichilire gli avversari e portare con la vittoria nel GP di casa prestigio al regime nazista, motivazione di gran peso in quel periodo turbolento.
Nuvolari di astuzia, immenso talento, e un pizzico di fortuna, riuscì ad aggiudicarsi la vittoria, e lo sconcerto - nonché la sicurezza di vincere - dei gerarchi nazisti fu talmente evidente che al momento della premiazione ci si accorse di non avere a disposizione l'inno italiano.
Nuvolari risolse la situazione con grande spirito togliendo d'imbarazzo gli organizzatori: fu lui a fornire una copia dell'inno di Mameli, una copia che portava sempre con sé per ogni evenienza. Vittorie incredibili comprese.
Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0