mercoledì 8 febbraio 2012

Prima dell'Ikea

Guardavo una foto di Gunnar Nilsson, scattata in occasione del GP d'Inghilterra del 1978. Lo scatto lo ritrae insieme a Ronnie Peterson, Gunnar ormai calvo, provato dalla chemioterapia. Di lì a qualche mese sarebbe morto.
E' incredibile pensare a come la Svezia all'inizio del 1977 avesse due tra i piloti più in vista dell'intero campionato, e dopo un anno e una manciata di mesi, si sia ritrovata orfana di qualsiasi alfiere da monoposto.
Per il paese scandinavo era nato tutto grazie a "Super Suede", alias Ronnie Peterson. Nei primi anni settanta la pietra di paragone in fatto di velocità tra piloti era lui. Il giudizio era pressoché unanime; tra giornalisti, addetti ai lavori, e persino gli stessi piloti. Che poi non fosse il migliore del lotto quello è un altro discorso... ma il più veloce sì.
Comunque l'entusiasmo in Svezia era alle stelle; venne organizzato un GP da quelle parti, ad Anderstop, e nella metà degli anni settanta la tappa svedese diventò un piccolo classico di mezza estate. A Zolder poi, nel GP del Belgio 1977, Gunnar Nilsson vinse il suo primo GP di Formula 1. Insomma prima che arrivassero i finlandesi, gli scandinavi dal piede pesante in Formula 1 erano proprio gli svedesi.
Poi le cose cambiarono: prima la malattia incurabile di Nilsson, che lo costrinse ad abbandonare le corse e la possibilità di presentarsi al via della stagione 1978 con quella che si rivelerà un ottima macchina - la Arrows FA1 - poi il peggioramento sino ad arrivare alla morte nell'ottobre dello stesso anno. E come tragico intermezzo la morte di Peterson a Monza, sempre nello stesso anno.
La Svezia scomparve dalla mappa della Formula 1, ed è veramente triste vedere quella foto.
Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0