GP Monaco 2012: qualche grafico

Montecarlo, croce e delizia di questa Formula 1 in bilico tra spettacolo e competizione, si è riproposta nella sua solita veste: se nel 2011 era stato Vettel a comandare il trenino a tre tra lui, Alonso e Button, quest'anno di gente al volante di locomotive ne era zeppo il principato.
A cominciare dal vincitore Webber - peraltro protagonista di un fine settimana da incorniciare - per finire a un decisamente sotto tono Kimi Raikkonen, che si è dimostrato una specie di carro carbone - il colore del mezzo c'era tutto poi - per buona parte dei 78 giri in programma a Montecarlo. Cosa significhi un GP di Formula 1 a Montecarlo viene esemplarmente evidenziato dalla consueta rassegna di grafici relativi al GP appena corso.
Per la quarta volta quest'anno chi è leader al primo giro vince la gara, alla faccia dell'imprevedibilità, e sopratutto a sottolineare l'importanza sempre e comunque delle qualifiche.

Partendo dal grafico relativo alle posizioni in gara, solo per evidenziare la scarsa dinamica delle linee. Si distinguono i salti in avanti di Vergne, vanificato nella parte finale di gara dall'azzardo - potenzialmente vincente - dell'adozione delle gomme intermedie; di Vettel, autore di una gran partenza, al pari di Alonso, e a un certo punto della gara sul punto di portarsi in zona podio.
You need to upgrade your Flash Player


Passiamo poi al grafico relativo ai tempi sul giro. Sembrano tutte tracciate dalla stessa mano. Webber, Rosberg e Alonso fanno gara straordinariamente simile, da notare sia in questo grafico che nel successivo il progressivo decadimento delle prestazioni di Raikkonen, alle prese con coperture ormai andate e la speranza di una pioggia che non è mai arrivata. Alle sue spalle in parecchi si sono dovuti adeguare al suo ritmo e la forbice tra i primi e il resto del gruppo si è decisamente allargata.

You need to upgrade your Flash Player


Qui sotto abbiamo il grafico relativo ai distacchi in gara. Linee decisamente piatte per i primi sei a dimostrazione del trenino che si è venuto a formare per gran parte del GP. Vale anche qui la pena di notare come la curva di Raikkonen progressivamente devi verso l'alto, trascinandosi anche quelle di Schumacher, i due Force india, e Bruno Senna. Identico discorso per Kovalainen e il "povero" Button, che viene inesorabilmente portato alla deriva dal ritmo della Catheram del finlandese.

You need to upgrade your Flash Player


Per finire ecco le classifiche in forma grafica, sia quella piloti...

You need to upgrade your Flash Player


...che quella costruttori:

You need to upgrade your Flash Player
Montecarlo e questo, e anche i grafici per una volta sembrano quasi monotoni.

Nessun commento:

Powered by Blogger.