giovedì 14 giugno 2012

GP Canada 2012: beati gli ultimi

Certo non basterà  per portarsi a casa il titolo mondiale, ma riuscire a ripetere una vera e propria impresa non solo nella stagione ma addirittura la gara successiva, è un qualcosa di decisamente incredibile.
Dopo la trionfale prova di Monaco, Perez è riuscito a ripetersi anche nel veloce GP del Canada, conquistando il gradino più alto del podio della "Beati gli ultimi" e aggiungendoci anche il giro veloce. Altri dieci punti che lo fanno letteralmente schizzare in avanti, doppiando il suo diretto inseguitore Raikkonen.
Poco più di sette giorni fa il rivale più vicino al giovane messicano era Vergne, ma, complice una prestazione scialba e un incredibile equilibrio dal secondo posto in giù, il francese ha dovuto cedere il passo al glaciale finlandese anche se solo per due punti.
La situazione però sorride tutta al bravo Perez, che sembra in grado di gestire con accuratezza il suo grande vantaggio sino alla fine del mondiale, evitando ritiri o zeri in classifica e soprattutto sperando che nessuno degli inseguitori riesca a fare davvero la differenza, magari replicando quanto fatto da lui in queste ultime due gare.
Fortuna vuole che il podio canadese sia completato da Grosjean (si, anche qui nella beati gli ultimi) e Maldonado, entrambi in una posizione non proprio eccelsa e lontanissima dalla vetta. Quindi la lotta per l’ambito premio finale subisce una inattesa accelerata, confidando magari proprio in quel Kimi già capace negli passati di stravolgere situazioni a lui sfavorevoli in veri e propri capolavori di tenacia e concentrazione.
Non sarà certamente facile sia per il risicato distacco che ha rispetto agli altri contendenti al primo posto, sia perché Perez sa perfetta di avere tra le mani una occasione ghiotta da sfruttare sino alla fine. La stessa squadra Sauber cercherà di massimizzare al meglio tutti questi punti conquistati in un così breve lasso di tempo, coma dimostra la prima posizione consolidata della struttura elvetica nei costruttori. A farne le spese la Lotus, rilanciata dai preziosi punti della sua grintosa coppia e una Williams rimasta in scia soprattutto grazie al terzo posto odierno del suo Pastor.
Valencia ci farà capire quanti e quali possibilità vi sono ancora per impedire una, meritata, fuga iridata da parte di uno dei talenti più interessanti del circus. A seguire classifiche aggiornate.



MAGLIA NERA
Non doveva succedere, e invece è successo. La HRT, tornata a dominare a proprio piacimento, nell’appuntamento del Canada toppa con entrambi i piloti concedendo ai diretti inseguitori di accorciare le distanze e di riaprire parzialmente le sorti iridata. La mai arresa Marussia dopo la deblance spagnola ha lanciato il suo giovane Pic verso il primo centro targato 2012, seguito poi dal duo Caterham Petrov/Kovalainen.
Il risultato è stato molto amaro per i campioni del mondo in carica, comunque ancora in testa sia nella classifica piloti che costruttori. Ora però bisognerà lottare per la vittoria, evitando assolutamente un altro zero visto la differenza di punti estremamente ridotti tra i protagonisti di questa "Maglia Nera". Da tenere d’occhio anche Bruno Senna, davanti al ben più favorito Glock e erfettamente in grado di compiere un balzo in avanti già dalla prossima gara da disputarsi a Valencia.
Impressiona anche la rapida scalata di Jenson Button, nuovamente a punti anche in questo week-end con la sua McLaren tanto da precedere il russo Petrov. Una situazione inusuale per un campione del mondo, ma d’altronde nulla in Formula 1 è davvero scontato.
Per quanto riguarda la lotta costruttori la battaglia si concentra sulle ormai storiche sfidanti HRT e Marussia, con la Caterham pronta a cogliere ogni esitazione e errore a suo favore, e una Williams nelle vesti di spettatrice. Si ripetere poi la sorpresa nel constatare il deciso passo in avanti fatto dagli uomini di Woking, davanti alle ben più favorite Toro Rosso e Force India con un soddisfacente distacco.
Prossimo appuntamento ancora una volta in terra iberica. Spinta dal tifo locale la squadra di Luis Pèrez-Sala cercherà sicuramente di riportare tutto sotto controllo.
Qui sotto classifiche aggiornate:

Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0