lunedì 27 agosto 2012

Vendetta privata

Certo A.J. Foyt non le ha mai mandate a dire a nessuno. Cresciuto nella serie dirt track, è stato grande interprete delle piste ovali, ma si è trovato a suo agio anche sui circuiti "normali". Il suo personaggio e la sua fama da "duro" ha scavalcato l'oceano facendolo diventare in tutto il mondo il prototipo del pilota americano nudo e crudo.
Parliamo comunque di un episodio avvenuto a fine carriera, magari qualcuno avrebbe potuto pensare a un "ammorbidimento" del carattere di Foyt, e invece...
Verso la metà degli anni 80, durante una gara IMSA GTP a Palm Beach, ci fu un contatto tra A.J. Foyt e Oscar Larrauri. Non sembrava nulla di che, uno di quegli incidenti catalogati come normali episodi da corsa: uno cerca di entrare all'interno, l'altro stringe un po' troppo.
Il risultato comunque fu che Foyt si ritrovò parcheggiato a bordo pista mentre l'argentino riusciva a proseguire la gara. Il danno per la macchina di Foyt non era lieve, la gara per lui era finita, ma il motore era rimasto acceso.
I commissari non vedendolo uscire dall'abitacolo, e trattandosi della leggenda A.J. Foyt, circondano la macchina con circospezione. La vettura di Foyt pian piano sembra di nuovo muoversi e cerca di riportarsi sul tracciato.
Nel frattempo Larrauri sta completando un altro giro e si ripresenta sul luogo del misfatto. Foyt ha appena rimesso le ruote in pista trascinandosi in una nuvola di polvere. L'argentino istintivamente rallenta, passa la macchina di Foyt, ma di colpo la Porsche del pilota americano ha uno scatto.
Con un colpo d'acceleratore A.J. tenta di portare a termine la sua vendetta privata. Non ci riuscirà sino in fondo - il risultato fu solo un tamponamento di striscio - ma A.J. Foyt non le ha mai mandate a dire a nessuno.
Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0