venerdì 7 dicembre 2012

Esigenze di copione

Chi non ricorda "Grand Prix", le sue scene memorabili con i duelli ruota a ruota, le immagini direttamente prese durante vere fasi di corsa.
Una belle trasposizione cinematografica dell'atmosfera Formula 1 anni sessanta, con tutti i personaggi e i clichè del caso: il grande "vecchio", il campione inglese, quello francese, il giovane italiano esuberante.
Se sulla trama e sui dialoghi ce ne sarebbero di cose da dire, sulle immagini prese in corsa - Montecarlo, Spa e Monza sono memorabili - c'ê ben poco da discutere. Solo per quelle val la pena di sorbirsi quarti d'ora interi di pene d'amore e amenità varie.
Appunto durante una di queste riprese in pista, siamo a Zandvoort in occasione del GP d'Olanda del 1966, capita che una delle vetture deputate per essere filmata, la McLaren guidata dal fondatore della casa Bruce McLaren, ha un guasto irreparabile al motore che le impedisce di prendere il via.
Questa è realtà, mica finzione, per cui John Frankenheimer, il regista del film, è costretto in fretta e furia a una soluzione di ripiego.
Come? Grazie alla disponibilità di Mike Spence dipinge la sua Lotus-BRM con i colori McLaren e "miracolosamente"la macchina di Bruce McLaren è pronta per partecipare alle riprese... scusate.. al GP d'Olanda 1966.
Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0