domenica 24 febbraio 2013

Election day

Giorno di neve ed elezioni in Italia, lo sanno anche i muri... beati loro però che non sono "costretti" a scegliere.
Lungi da me avere un'idea politica, difesa dell'Autodromo di Monza a parte, affrontiamo l'argomento con le parole di un vecchio saggio delle corse. Quel Mario Andretti soprannominato in vari modi da "Piedone", a "L'eroe dei due mondi", e via dicendo.
Mario nacque a Montona, provincia di Trieste, nel bel mezzo della seconda guerra mondiale. Gran brutto periodo quello per nascere, così, dopo che appena finita la guerra quel pezzo di terra passò alla Jugoslavia, la famiglia Andretti decise di prendere i pochi averi e salpare verso gli Stati Uniti, probabilmente non immaginando minimamente quello che poi i fratelli avrebbe combinato oltre oceano.
A proposito dei suoi anni a cavallo tra la fine della guerra e l'arrivo negli Stati Uniti, Mario ne parla in questi termini:
- Di colpo arrivò il comunismo, in verità nessuno l'aveva chiesto, e tutti a dire, "meno male saremmo stati tutti uguali", e infatti fu così, ci ritrovammo tutti senza niente...
E mi raccomando ricordatevi di votare.
Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0