Il principe nascosto di Montecarlo

Quanti principi o regnanti ha e ha avuto il principato di Monaco? Tanti o pochi che siano non si può non ricordare il principe Ranieri,  quasi uno di famiglia per chiunque fosse appassionato di Formula 1; e quello attuale, Alberto di Monaco, ma in realtà esistono altri sovrani non scolpiti in nessuna dinastia ufficiale. L'onore e l'onere di ospitare una delle più prestigiose corse automobilistiche della storia ha fatto si che se ne creassero un altro paio se non di più.
Ovviamente la mente va a Graham Hill, vincitore di cinque edizioni del GP di Monaco, e a sua maestà Ayrton Senna, che con le sue sei vittorie usurpò il regno all'inglese con una prepotenza e un'autorità senza discussione.
C'è però un pilota che merita perlomeno il titolo di principe, Maurice Trintignant. Corse in Formula 1, e non solo, tra il 1950 e il 1964, vinse a Le Mans nel 1954, e soprattutto vinse due volte a Montecarlo.
Andando a spluciare tra le statistiche delle sue dieci partecipazioni alla classica gara monegasca, abbiamo: cinque ritiri, ma sui cinque arrivi si rileva il notevole score di "1°,1°,3°,5°,7°"...e il settimo posto del 1961 conquistato al volante di una Serenissima Cooper-Maserati, non certo la vettura più competitiva in griglia.
Insomma, non avrà vinto quanto quei due lassù, ma anche Mauruce Trintignant è da considerarsi come invitato obbligato a corte.

Nessun commento:

Powered by Blogger.