GP Australia 2013: beati gli ultimi

Torna il campionato, torna la "Cinque domande" e ovviamente torna anche la "Beati gli ultimi", appuntamento ormai immancabile per vedere la gara sotto un altro punto di vista.
Le regole non sono cambiate, con il punteggio (9, 6, 4, 3, 2, 1) distribuito in base ai piloti con più posizioni guadagnate rispetto alla griglia di partenza. Nel caso di pari recupero tra due o più concorrenti ha la meglio chi parte più indietro, così come resta immutato il punto aggiuntivo all'autore del giro più veloce in gara. Una consolidata formula per vivere un altro anno combattuto e sopratutto incerto.
I campioni in carica sono Sergio Perez e la Sauber, oggi non più insieme visto la partenza del giovane messicano verso Woking, ma il messicano è comunque in grado di rispondere presente al primissimo appello. E' infatti l'iridato in carica a chiudere la zona punti mentre la scuderia elvetica piazza il suo nuovo pupillo Gutiérrez addirittura in terza posizione, dietro ai due veri protagonisti di Melbourne.
In primis Charles Pic, oggi uomo Caterham partito dall'ultima casella in griglia e arrivato ben sei posizioni davanti, sfruttando intelligentemente i ritiri e tenendosi dietro un certo Kimi Raikkonen. Il finlandese trova il perfetto feeling con la sua Lotus segnando altrettante posizioni recuperate con l'aggiunta del giro veloce. Perfetto modo per iniziare il nuovo anno, sopratutto se tutto questo è arrivato con, a suo dire, una incredibile facilità.
Fuori dal podio il rientrante Sutil, felice di essere di nuovo della mischia dopo un anno di obbligata pausa, e il protetto Ferrari Jules Bianchi deciso a tenere duro sin dal prima gara. Questo fine settimana altra gara ed altri punti da assegnare. La giostra gira già a pieno regime.
Segue tabella piloti e costruttori:


MAGLIA NERA
L'unico modo per battere la HRT era quella di attendere il suo ritiro. Troppe forte la struttura spagnola in grado di dominare a mani basse la "Maglia Nera" praticamente dal 2010. Ora i campioni del mondo hanno salutato tutti lasciando vacanti sia il titolo costruttori che quello piloti (conquistato da Pedro de la Rosa). Una occasione ghiotta che le scuderie sino a ora sconfitte non hanno intenzione di sprecare.
Non stupisce dunque la partenza grintosa di Marussia e Caterham con quest'ultimo a quanto pare in gran forma dopo un 2012 vissuto nel ruolo di co-protagonista.
La prima gara è vinta dal debuttante Giego van de Garde mentre Pic è terzo, preceduto dal giovane Chilton. Debuttante alla riscossa dunque, come confermano anche Bianchi, Bottas e Gutiérrez a completare la zona punti. E' presto per dire se saranno tutti loro i protagonisti di questa nuova stagione, ma si dice che chi ben comincia è già a metà dell'opera.
Già domenica prossima vedremo se il timido accenno di fuga della Caterham sarà contenuto dalla Marussia, unica squadra sulla carta in grado di puntare al titolo, oppure si vivrà un altro netto dominio in stile Hispania. Seguono le due, per ora minime, classifiche.

Nessun commento:

Powered by Blogger.