sabato 23 marzo 2013

GP Malesia 2013: qualifiche

Dopo Melbourne anche Sepang ci ha dato un'altra qualifica dai due volti, prima parte asciutta e gran finale con pista umida. E come a Melbourne - vien da dire come da tre anni a questa parte - davanti a tutti c'è Super Seb, il fortunato secondo alcuni, il migliore sul giro secco e non solo secondo altri, sull'asciutto e sull'acqua, nel deserto e nelle foreste, con il sole e con le nubi o le torce elettriche. Come si diceva a Milano per Pippo Inzaghi "al segna semper lù..."-
Alle sue spalle le Ferrari, con Massa ancora davanti ad Alonso, che si ripropongo fiere avversarie e potenziali favorite per la gara di domani, e le due Mercedes, separate dalla seconda Red Bull di Mark Webber, che però minacciano di sfaldarsi al pari delle Pirelli montate durante la gara. Vedremo.
Volendo scovare altre similutidini con Melbourne anche oggi si è vista una gran bella Mercedes sul giro singolo, e per finire come a Melbourne la Lotus porta solo una monoposto in Q3 e la piazza al settimo posto in griglia. Un poco deludente in Q3 la scatola nera di Kimi, e in verità anche la Force India di Sutil, ma è probabile che il meglio da loro lo si vedrà in gara.
Al pari della pole di Vettel guardando la lista dei tempi non si può non strabuzzare gli occhi di fronte a due McLaren MP4-28 in Q3. Ma quel trabiccolo non doveva essere cestinato direttamente o donato a qualche onlus australiana?! Ci si è messa di mezzo la pioggia in Q2 a stoppare un paio di concorrenti pericolosi - di Resta, Hulkenberg, e Grosjean su tutti - ma comunque un certo miglioramento per la  monoposto di Button e Perez si è visto.
Dando uno sguardo al fondo della griglia val la pena di sottolineare la delusione Vergne, in buona forma a Melbourne, e al contrario la prestazione di Bianchi, che sembra costantemente volersi staccare dal fondo in cui rimangono invischiati il compagno Chilton e i due della Catheram.
Domani sarà una gara piena di incognite, pioggia, caldo e usura gomme scombussoleranno ogni pronostico, quindi non val la pena nemmeno di provarci:)
Per finire ecco, copiato e incollato dal sito di Autosport, la lista dei tempi:


Pos  Driver                Team                 Time          Gap   
 1.  Sebastian Vettel      Red Bull-Renault     1m49.674s           
 2.  Felipe Massa          Ferrari              1m50.587s  + 0.913s 
 3.  Fernando Alonso       Ferrari              1m50.727s  + 1.053s 
 4.  Lewis Hamilton        Mercedes             1m51.699s  + 2.025s 
 5.  Mark Webber           Red Bull-Renault     1m52.244s  + 2.570s 
 6.  Nico Rosberg          Mercedes             1m52.519s  + 2.845s 
 7.  Kimi Raikkonen        Lotus-Renault        1m52.970s  + 3.296s 
 8.  Jenson Button         McLaren-Mercedes     1m53.175s  + 3.501s 
 9.  Adrian Sutil          Force India-Mercedes 1m53.439s  + 3.765s 
10.  Sergio Perez          McLaren-Mercedes     1m54.136s  + 4.462s 
Q2 cut-off time: 1m37.342s                                   Gap **
11.  Romain Grosjean       Lotus-Renault        1m37.636s  + 1.446s
12.  Nico Hulkenberg       Sauber-Ferrari       1m38.125s  + 1.935s
13.  Daniel Ricciardo      Toro Rosso-Ferrari   1m38.822s  + 2.632s
14.  Esteban Gutierrez     Sauber-Ferrari       1m39.221s  + 3.031s
15.  Paul di Resta         Force India-Mercedes 1m44.509s  + 8.319s
16.  Pastor Maldonado      Williams-Renault     no time
Q1 cut-off time: 1m37.931s                                   Gap *
17.  Jean-Eric Vergne      Toro Rosso-Ferrari   1m38.157s  + 1.348s
18.  Valtteri Bottas       Williams-Renault     1m38.207s  + 1.398s
19.  Jules Bianchi         Marussia-Cosworth    1m38.434s  + 1.625s
20.  Charles Pic           Caterham-Renault     1m39.314s  + 2.505s
21.  Max Chilton           Marussia-Cosworth    1m39.672s  + 2.863s
22.  Giedo van der Garde   Caterham-Renault     1m39.932s  + 3.123s

Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0