Mai come prima

Le bocche sono cucite sia in Giappone che in Inghilterra. L'accordo ancora non è stato firmato e dunque le trattative sono ancora in corso, ma nell'ambiente pare proprio che la questione sia cosa fatta, addirittura lasciando libere di circolare affermazioni in Internet senza che nessuno si prende la briga di smentire. D'altronde è da diversi mesi che l'argomento puntualmente ritorna, prova del fatto che qualcosa sotto esiste. E sta per uscire allo scoperto.
La McLaren nel 2015 tornerà ad utilizzare i motori Honda, riallacciando un rapporto incredibilmente proficuo tanto da segnare una e vera e propria epoca della Formula 1. Una notizia in fondo bella, ma più che altro per quelli che il motore Honda montato sulle varie MP4 lo hanno udito solo nei video.
Poter assistere dal vivo, in prima persona, è tutt'altra cosa e dunque vivere una leggenda da quel fascino irresistibile.
Ma il discorso quasi si capovolge quando si parla con persone che c'erano in quegli anni, mai come ora così magici e irripetibili. Le creature di Woking potranno anche parlare nuovamente giapponese, sancendo la completa fine del pluriennale accordo con Mercedes, ma fare un paragone con quanto già stato è assurdo oltre che inutile. Le regole sono cambiate, il mondo intero non è più quello di quasi trenta anni fa ma, principalmente, al volante i protagonisti saranno diversi e, prima, i nomi in ballo erano quelli di Prost e Senna. Una coppia incredibile per talento, personalità, capacità.
Dopo di loro niente è stato come prima, lasciando ai presenti imprese e situazione irripetibili. Sia in pista che fuori. Il connubio McLaren-Honda, paradossalmente, porta dietro con se più emozioni umane che prettamente tecniche. Per questo un altro capitolo non potrà neppure essere un lontano parente di quanto già e stato. Bensì un'avventura pienamente nuova. E forse è proprio questo il bello.

1 commento:

Laura Di Nicola ha detto...

Mai come prima. Totalmente d'accordo.
P.s.: bel blog!

Powered by Blogger.