mercoledì 22 maggio 2013

Fuori dal cerchio

In occasione del GP del Belgio del 1967 la BRM schierò il suo modello con il mostruoso motore H16, due motori in uno praticamente. Durante le prove si doveva decidere se equipaggiare la monoposto con delle gomme Dunlop da 27 pollici oppure con pneumatici Goodyear - da poco entrata sul mercato - della stessa misura.  L'obiettivo era scaricare a terra al meglio i 388 CV sfoderati dal pesante motore inglese.
Nel primo test con gomme Dunlop Jackie Stewart fece segnare un tempo di 3:35.9, ma la prova comparativa con le Goodyear non fu mai portato a termine perchè la BRM del pilota scozzese rimase senza benzina nel bel mezzo del giro.
Anche senza tempi alla mano però l'impresssione di Stewart, a favore delle Goodyear, sembrava piuttosto netta a causa di una serie di reazioni imprevedibili che le Dunlop gli diedero durante quei pochi chilometri percorsi.
Le sensazioni di Stewart trovarono parecchi conferme: alcuni fotografi riferirono al team che ad alte velocità la gomme sembravano deformarsi, ma la chicca fu quella riportata da un campione consumato come Jack Brabham il quale avvicinò Jackie Stewart e con poche parole pose fine a qualsiasi discussione. Quali parole?
L'australiano riferì di aver visto nei lunghi e veloci curvoni del tracciato belga la spalla dei pneumatici posteriori uscire dal cerchio di un paio di centimetri.
Quando in BRM interrogarono i due piloti della squadra, Stewart e Mike Spence, sulla loro propensione a utilizzare le gomme Dunlop in gara, la risposta fu lapidaria e unica:
- Scordatevelo.
Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0