giovedì 30 maggio 2013

GP Monaco 2013: beati gli ultimi

Si dice che Monaco sia la gara da vincere. Uno delle innumerevoli frasi in grado di comporre il mito di questo particolare evento, ancora sognato dai piloti di oggi nonostante tutto. Sarà quindi al settimo Max Chilton dopo essersi conquistatoil primo gradino del podio nonostante una domenica ricca di colpi di scena, dovendo sfiorare i muretti del principato e i diversi rottami delle altre monoposto incidentate. Uno sforzo non indifferente premiato da 9 punti in grado di farlo debuttare giusto a metà della classifica generale, lontano dai protagonisti del mondiale ma già davanti al suo compagno di box Bianchi fermo a sette lunghezze.
Bella prova anche per Paul di Resta, costretto alla seconda posizione nonostante l'aver recuperate lo stesso identico numero di posizione di Chilton: ben otto in grado di rendere l'impresa quasi storica considerando gli spazi minimi di una pista come Montecarlo. Anche per l'inglese della Force India si parla di un debutto nella nostra classifica, mettendosi matematicamente in scia ad Adrian Sutil, storicamente a suo agio nelle strette vie del principato tanto da entrare nella Top-six segnando anche il giro più veloce. Un sostanzioso bottino per la struttura indiana lasciando così le poco nobili posizioni di fondo classifiche tra i costruttori.
L'ultimo gradino del podio viene occupato da Esteban Guttierrez, l'unico attualmente concentrato anche sul fronte iridato visto il deciso passo in avanti nei confronti di Charles Pic, rimasto capo-classifica nonostante l'odierno zero ma con appena un punti di vantaggio sul messicano della Sauber. Il mondiale dunque si riapre con forza incentrandosi, per ora, su un duello tutto tra debuttanti mentre il finlandese Bottas è sì terzo ma troppo lontano per poter essere una reale minaccia.
Ovvio che i punti ancora in ballo sono tanti e la situazione può benissimo rivoluzionarsi, rispettando lo stile della "Beati gli ultimi" pronta a smentire ogni previsione praticamente ad ogni week-end motoristico. Vediamo quali colpi di teatro il Canada ha preparato per noi. Qui sotto le classifiche aggiornate:

MAGLIA NERA
Raikkonen non ha preso per niente bene il suo spirito infuocato latino, capace persino di ravvivare l'ormai classico trenino tutto incolonnato per le vie di Montecarlo, ma tifosi e risultati hanno voluto premiare le gesta di Sergio Perez. O per meglio la nostra "Maglia nera" si è presa il compito di promuovere la grinta della promessa messicana con la vittoria del GP e i ricercati nove punti finali. Tutto possibile per non aver finito la gara, lasciando una provata McLaren prima della bandiera a scacchi ma con sufficienti giri alle per rientrare tra i classificati. Un colpo di scena finale che ha spiazzato Van der Garde, fino all'ultimo sicuro del trionfo salvo poi finire secondo sul più bello. Una beffa doppia visto che i punti persi all'ultimo minuto non gli consentono di superare l'attuale capo-classifica Chilton, questa volta sulla difesa con un comunque positivo terzo posto.
L'inglese della Marussia è si giovane ma pare aver capito l'importanza della continuità, chiudendo tutti gli appuntamenti sino ad ora disputati in zona punti. Onore comunque a Giedo bravissimo nel tenere l'incredibile passo del leader, considerando le difficoltà di Bianchi terzo ma già decisamente distaccato dalla coppia di testa.
La zona punti viene completata dalla seconda promessa messicana Gutierrez, il finlandese Bottas e Nico Hùlkenberg per la seconda volta consecutiva dentro la Top-Six ma ancora non in grado di abbandonare la poco onorevole ultima posizione.
Sul fronte costruttore entusiasmante parità tra la Marussia e Caterham, le due strutture quasi sicuramente  in grado di rendere la lotta per l'iride un duello visto il deciso gap costruito con tutti i restanti partecipanti. Decisamente un altro livello, bisognerà ora capire tra la squadra anglo-russa e quella malese riuscirà a prendere in consegna il trofeo attualmente in mano alla defunta HRT. Qui sotto le due classifiche aggiornate:





Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0