GP Inghilterra 2013: beati gli ultimi

Probabilmente, se riuscirà a mantenere un tale livello di competitività e velocità, ben pochi potranno arrestare la sua cavalcata verso il titolo. Sono bastati tre appuntamenti iridati a Paul di Resta per trovare la cima della classifica piloti nella nostra "Beati gli ultimi".
Una scalata disarmante scandita da prestazioni perfette, tra cui l'ultima nella sua Silverstone riuscendo a salire sul gradino più alto del podio con ben dodici posizioni guadagnate rispetto alla casella di partenza. Forse i commissari di gara erano a conoscenza dell'incredibile forma agonistica dell'inglese e l'averlo fatto arretrare in griglia causa vettura in sotto-peso non era altro che una garanzia di spettacolo per tutto il pubblico presente. Peccato che la contorta vicenda Pirelli abbia in parte offuscata la grande rimonta del talento Mercedes, deciso a farsi spazio tra i grandi della F1 contando solo sulle sue capacità. Una grande missione fino ad ora riuscita, anche se il difficile sarà quello di rimanere vincenti anche nelle prossime gare, a partire dall'ormai imminente GP di Germania.
Dietro lo scatenato Paul si piazza il duo di Maranello composto da un Alonso deluso dalle perfomance della F138 ma capace di segnare il giro più veloce oltre a un risultato di tutto rispetto. I sette punti odierni sono il suo miglior risultato stagionale in grado di tenerlo ancorato al vicino di box Massa, terzo in decisa risalita nella classifica tanto da raggiungere il finlandese Bottas sulla Williams, anche lui nella zona a punti con un modesto quinto posto.
Spinta dai risultati della sua coppia piloti, il cavallino si concede il lusso di superare avversari del calibro di Red Bull e McLaren, restando comunque a debita distanza dai veri protagonista del nostro particolare campionato. Precisamente parliamo di Caterham, sempre in prima posizione tra i costruttori grazie ai tre punti iridati strappati da Giego Van der Gardem, ma ormai del tutto raggiunto dalla Force India letteralmente lanciata verso l'alto in uno spazio di tempo ridottissimo. Il banco di prova tedesco sarà dunque utile per trovare conferma nei valori di forza che, pian piano, si stanno delineando ad ogni gara affrontata e conclusa. Un atteso equilibrio comunque denso di sorprese, promettendo un finale di stagione tutto da seguire.
Seguono le due classifiche aggiornate.



MAGLIA NERA
Molto probabilmente  il giovane messicano aveva altri traguardi in mente non appena varcata la soglia di Woking, ma anche in una stagione difficilissima per lui e il suo team possono arrivare inattese soddisfazioni. Come la seconda vittoria nella nostra "Maglia Nera" nel GP di casa per la McLaren. Risultato arrivato a sorpresa sfruttando il ritiro causa pneumatico posteriore improvvisamente esploso. Un mesto ritiro che qui da noi si tramuta in nove punti tondi da aggiungere a quelli già raccolti nel round di Monaco, per una posizione nel mondiale addirittura in scia ai favoriti per il titolo. Volto nuovo al secondo posto con tanto di nuova entrata anche per quanto riguarda i costruttori: un Romain Grosjean anche lui ritirato sul finire della gara causa noie tecniche porta al debutto lui e la Lotus, ovviamente nelle ultime posizioni ma con concrete possibilità di migliorarsi da qui sino alla fine del campionato.
Dal terzo posto in poi invece è tutto terreno dei piloti in lotta per i due iridi in palio. La costanza di Max Chilton nonostante lo status di debuttante ed una giovane età stanno, passo dopo passo, facendo la vera differenza e l'unico attualmente in grado di tenere il suo ritmo sembra essere Giego van der Garde. In due verso una fuga solitaria mentre i rispettivi compagni di squadra osservano da lontano, dando vita a un altro intenso duello per il terzo posto generale. Nessuna sorpresa dunque nel vedere Marussia e Caterham decisamente davanti rispetto a tutti gli altri team presenti, facendo ben capire che il titolo costruttori è ormai affari di pochi. Stupore comunque nel vedere che la "prima dei normali" è proprio la McLaren, ben più avanti rispetto a quanto i pronostici dicevano. Con il GP di Germania praticamente alle porte è già tempo di archiviare il round in terra inglese, concentrandosi su un fine settimana speriamo appassionante e privo di polemiche e veleni.
Qui sotto le due classifiche aggiornate.


Nessun commento:

Powered by Blogger.