giovedì 29 agosto 2013

GP Belgio 2013: beati gli ultimi

Sta attendendo con sicura ansia il comunicato ufficiale che deciderà il suo futuro e, probabilmente, anche l'intera sua carriera agonistica in Formula 1. Forse proprio per questo in Belgio ha voluto convincere gli ultimi critici, dando prova di grande carattere e talento perfetti per la tanto ambita promozione. In effetti quello che Daniel Ricciardo ha fatto in Belgio è da sottolineare, con vittoria e giro veloce nella nostra "Beati gli ultimi" ovviamente tornata dalle vacanze assieme all'intero circus iridato.
I rumors danno l'arrivo del giovane australiano alla Red Bull praticamente certo e lui si rende protagonista di una prestazione maiuscola, debuttando nel nostro speciale campionato con il massimo dei punti guadagnabili in un unico round. La posizione generale non sorride, occupando il fondo ad un punto di differenza dal vicino - e piuttosto imbronciato - compagno di box Vergne, ma per il sorridente connazionale del partente Webber le attenzione sono tutte concentrate su quell'ambito sedile che lui, nonostante l'agguerrita concorrenza, sta per andare a prendere.
La gara del Belgio è comunque stata importante anche in ottica mondiale complice il secondo zero consecutivo da parte dell'attuale capo-classifica Charles Pic e l'ottimo risultato portato a casa da Esteban Gutierrez, seconda su una Sauber in disperata ricerca di fondi economici. Il debuttante messicano riesce a recuperare ben sette posizioni rispetto a quella di partenza - due in meno del vincitore - assicurandosi sei punti vitali per rimanere con il gruppo dei migliori tanto da diventare il primo degli inseguitore, accorciando le distanze dalla vetta a soli quattro lunghezze. Chiude il podio un Alonso ancora non riappacificato con la rossa di Maranello ma ugualmente in grado di segnare un altro risultato ottimo, entrando matematicamente nella lotta al titolo nonostante i - finora - zero successi stagionali.
La top-six si completa con Vergne quarto, personalmente deluso nel non essere riuscito a far suo il volante della ambite vetture disegnate da Adrian Newey, Bottas quinto e Sutil sesto aiutando le rispettiva squadre nella classifica costruttori, luogo ove la Caterham continua a dettar legge nonostante i suoi piloti questa volta non siano riusciti a far aumentare un già ottimo bottino iridato. Seguono le due classifiche aggiornate:


MAGLIA NERA
Un rientro dalle ferie estive perfetto, a proseguire una prima stagione nella massima formula di altissimo livello. Il leader in campionato Max Chilton riapre le ostilità con una decisa vittoria, aumentando ancora il suo vantaggio rispetto ai suoi mai resi inseguitori e candidandosi come favorito alla conquista dell'iride targato "Maglia Nera". Un appuntamento in Belgio praticamente perfetto per il giovane inglese che mette in fila il suo compagno di squadra Jules Bianchi, tornato a podio dopo una lunga assenza e fido scudiero del capo-squadra, Maldonado nelle inattese vesti di prezioso alleato per i due piloti della Marussia costringendo Giego van der Garde a terminare fuori dal podio. Giornata difficile per lui e la Caterham considerando lo zero segnato da Charles Pic, la perfetta occasione per gli attuali leader nel mondiale di allungare ancora e far cedere la strenua resistenza della struttura malese, l'unica ormai in grado di tenere aperto la disputa nonostante le sempre più crescenti difficoltà. Resta da vedere se Chilton riuscirà effettivamente a non cedere sotto la pressione di un mondiale realmente possibile, mentre a van der Garde l'ultima metà di 2013 dovrà essere affrontato tutto sull'attacco. Chiude la zona punti Gutierrez ora a pari punti con l'altro suo connazionale Sergio Perez. A seguire le classifiche aggiornate.


Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0