GP Singapore 2013. qualche grafico

Sotto la spessa coltre cosparsa dal dominio di Sebastian Vettel, la gara di domenica, a voler proprio raschiare il fondo qualcuno potrebbe dire, avrebbe potuto avere un andamento diverso per via delle due sliding doors che invece di aprirsi se ne sono state ben chiuse ,creando così una situazione ideale per la vittoria a mani basse di Super Seb.
Ma che di che diamine di porte si sta parlando? Parlo del mal di schiena di Kimi Raikkonen -  il finlandese il venerdì pomeriggio dava l'impressione di non perdere troppo sul giro da Vettel e magari avrebbe potuto fare di più - che lo ha costretto a un'infame posizione di partenza impedendogli di provare a inseguire la Red Bull n° 1; e parlo del sorpasso mancato al via di Nico Rosberg che magari avrebbe permesso anche ad Alonso di provarci. O magari non sarebbe successo proprio nulla, vallo a sapere.
Comunque, ecco i soliti grafici relativi al GP appena corso. Partiamo dal grafico relativo alle posizioni in gara; ovviamente è il caso di sottolineare l'incredibile partenza del Fernando nazionale e l'implacabile risalita di Kimi Raikkonen che - grazie all'intervento della SC - sono riusciti a fregare le due Mercedes e a salire sui due gradini del podio lasciati liberi dal dominante Sebastian Vettel.



Quanto mai eloquenti risultano invece i grafici relativi a tempi sul giro in gara e distacchi. Dal primo si vede quale razza di ritmo abbia imposto Sebastian Vettel (linea blu) rispetto ad Alonso (linea rossa) e Raikkonen (linea gialla). A proposito del finlandese si possono seguire le ultime fasi della sua gara con la linea dei tempi che si alza per poi abbassarsi bruscamente dopo il sorpasso effettuato su Button; un sorpasso tanto bello da parte del finlandese quanto permesso senza sporche da quel gran signore pilota che è Jenson Button.


Dal grafico dei distacchi si può notare la mossa di Alonso e Raikkonen nei confronti della Mercedes di Rosberg. Per tutti comunque sempre un distacco in aumento dal leader Sebastian Vettel.



Nessun commento:

Powered by Blogger.