domenica 13 ottobre 2013

GP Giappone 2013: i più e i meno

Verrebbe da dire quasi "Povero Seb", sempre lì a domare KERS e avversari, sempre e comunque davanti a tutti, eppure ultimamente quasi messo in secondo piano, nonostante la vittoria, dalla grande gara dell'outsider di turno. In Corea era Nico Hulkenberg, a Suzuka è stata la volta di Romain Grosjean mai così vicino alla prima vittoria in Formula 1 della sua carriera.
Certo non mancheremo di ricordare come guidi la macchina migliore, e quelli della Red Bull si sono sbizzarriti con le strategia non con lui ma coni Mark Webber, ma - lo ripeterò sino alla noia - bisogna avere tanta forza per vincere sempre e comunque, farlo nella buona e nella un po' meno buona sorte. Perché dopo i primi giri in pochi avrebbero scommesso sulla vittoria del tedesco, e invece la rabbia da corsa del tedesco ha avuto la meglio su tutto e tutti
Detto di Raikkonnen che se oltre a qualificarsi nono parte anche male, hai voglia poi di fare il fenomeno; della giornata di gloria Sauber con Hulkenberg e anche Gutierrez a punti; della coppia Mercedes che per un motivo o per l'altro si sono fatti male da soli; ecco i più e i meno dall'otto volante giapponese:

                                                                        Piloti
Efficace:
Vettel (No, non cedo all'alternativa a tutti i costi, la palma del più efficace è sua. A dispetto di un Grosjean gigantesco in partenza e quasi perfetto in gara, dell'aiutino tattico dal proprio box, Seb è devastante come un virus letale senza medicina. E gli altri stanno a guardare. Cito anche Gutierrez tante volte criticato da queste parti e a Suzuka apparso invece un altro pilota.)
  Massa (Bah, se beccarsi un drive-through è l'effetto di non aver più l'obbligo di aiutare il compagno di squadra, meglio mettergli la museruola a vita.)

Combattivo:
Raikkonen (Mi spiace, il sottoscritto avrà anche in debole per lui, non è stato brillante come in altre volte, ma il sorpasso di Kimi su un "cagnaccio" come Hulkenberg è da inginocchiarsi. Ancora una volta, grande inossidabile, "braccio di ferro" Kimi dopo aver ingurgitato la sua bella scatoletta di spinaci.)
- (Niente da segnalare di così eclatante.)


Fortunato:
Vettel (E' l'altra faccia della medaglia Hamilton al via; per lui nessun dannno all'ala, per l'altro gara finita ancor prima di inziare.)
Hamilton (A dirla tutta se l'è cercata un po', gran partenza ma sembra più lui a "calpestare" l'ala di Vettel che il tedesco speronare la gomma della sua Mercedes. )


Auto

Efficace:
Red Bull (Anche a Suzuka le  valutazione sulla RB9 e sulla Lotus E21, non cambiano. Sono loro le migliori in gara. Conferme anche dalla Sauber per la prima volta a punti con entrambe le monoposto.) 
McLaren (Avevano quasi illuso, con Button perlomeno, in qualifica e invece anche a Suzuka è continuato il periodo nero per la casa di Woking.)
Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0