mercoledì 27 novembre 2013

GP Brasile 2013: qualche grafico

Chiudiamo con questo post un altro anni di grafici, un po' più problematico degli altri causa problemi al server che spero di risolvere durante l'inverno, si chiude con un GP che, diciamocelo francamente, non ha aggiunto una virgola a quanto detto, ridetto, visto e rivisto nel corso dell'anno. Vettel che parte, questa volta un po' meno bene del solito, passa al comando e si prende un secondo o più di vantaggio prima che il DRS venga abilitato, e poi macina e gioca a fare il gatto con i suoi topolini. Topolini che con le Lotus fuori dai giochi per motivi diversi, si sono ridotti a Webber e al solito indomito e parecchio ingrugnito Fernando Alonso.
Anche se rispetto ad Austin ci sono stati molti più sorpassi - grazie alla doppia zona DRS in una pista da un minuto e poco più - il grafico relativo alle posizioni dice che la testa della corsa è stata abbastanza libera da cambi di posizione mentre il grosso degli scambi di posizione è avvenuto a ridosso del podio. Da notare le risalite dei due piloti McLaren con Perez che avrebbe fatto ancora meglio senza un paio di inconvenienti di troppo.


Apprezziamo invece nei successivi due grafici la strategia e il tempismo del box Ferrari che questa volta azzeccano tempi e modi nelle soste ai box, ridimensionando i fenomeni Red Bull, ma non potendo comunque nulla contro l'efficacia devastante della RB9 seconda parte 2013 nelle mani di Sebastian Vettel. Nel grafico dei tempi sul giro sono evidenziati i primi tre classificati:


Vediamo qui la rincorsa abortita di Massa al podio, il ritmo per raggiungere Alonso c'era, ma c'era anche una linea bianca da non sorpassare.


Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0