Il primo brasiliano

Adesso Felipe Massa ha rischiato di lasciare il Brasile senza un pilota in griglia  - e se devo essere sincero se non c'è un italiano non capisco perché un'eventualità del genere risulti cosi sconvolgente, ma lasciamo perdere - ma sino alla fine degli anni sessanta un brasiliano nelle corse automobilistiche europee era evento molto raro.
Prima dell'affermazione di Emerson Fittipaldi, e degli altri pluricampioni del mondo Nelson Piquet e Ayrton Senna, ci fu Christian Heins, nato in Germania ma di nazionalità brasiliana a causa di motivi su cui - pur non sapendo assolutamente nulla - solo il presentimento mi fa dirottare l'interesse altrove.
Vinse con Porsche e Renault, anche in Italia, guidando vetture sport, prima di morire durante la 24 Ore di Le Mans del 1963 al volante di una Renault Alpine perdendo il controllo su una macchia d'olio al termine del rettilineo di Mulsanne.
Ma non è di questo che si vuole parlare in questa sede, Christian lavorava alla Willys, del gruppo Chrysler, e nei primi sessanta la casa americana decise di fondare una squadra corse in Brasile prendendo il meglio dei piloti carioca.
I tre piloti principali erano Luiz Pereira Bueno, Wilson Fittipaldi Jr. (il quale chiamò poi suo figlio Christian proprio in ricordo di Heins) e Bird Clemente.
Durante una sessione di prove a Interlagos Wilson Fittipaldi fece segnare il miglior tempo di 4'11''. A fine giornata arrivò  al circuito Christian Heins in abiti da ufficio. Una nuvola di mormorii si levarono tra piloti e meccanici riguardo all'arrivo del capo, mormorii che si trasformarono presto in un silenzio forzato.
Heins si diresse subito verso i cronometristi e si informò dei tempi della giornata, in particolare chiese con quale vettura Wilson avesse fatto registrare il suo record. Individuata, ordinò di prepararla mentre lui smise i panni del dirigente indossando casco e tuta pronto per scendere in pista.
Il suo primo giro cronometrato fu completato in 4'.06''.4, il nuovo record del tracciato di Interlagos.

Nessun commento:

Powered by Blogger.