La favola mancata di Rudolf Heydel

Da semplice meccanico, impiegato dell'Auto Union, a pilota ufficiale della squadra corse, questa avrebbe potuto essere la bella storia di Rudolf Heydel, se non fosse intervenuto un incidente a Monza, durante una sessione di test nel febbraio del 1936 a stroncare vita e carriera del giovane Heydel.
Ma andiamo con ordine. Nel novembre del 1935 l'Auto Union organizza al Nurburgring la tradizionale sessione di test per la selezione dei componenti dello junior team per l'anno successivo. Tra gli invitati ci sono Ernst Von Delius, Urlich Bigalke, Rudolf Hasse - nomi poco conosciuti ma che all'epoca si erano fatti conoscere nelle corse per vetture sport - più - dopo l'esperienza dello spettacolare passaggio dalle due alle quattro ruote di Bernd Rosemayer - anche un paio di motociclisti prestati all'automobilismo, Arthur Geiss e Ernst Loof.
I nomi poco o per nulla conosciuti non finiscono qui però, perché presenti al test ci sono anche un paio di dipendenti della casa madre, uno di questi, autista di Von Stuck, è Rudolf Heydel.
Nemmeno Cenerentola avrebbe saputo fare meglio: durante il test, Heydel fa segnare il miglior tempo della sessione, disputata utilizzando il Nordschleife, con un tempo di 11'11''3, davanti a von Delius con 11'20''0, e Hasse, 11'29''1. La convincente prestazione di Heydel convince i vertici Auto Union, e Rudolf entra, insieme a von Delius e Hasse, come membro dello "junior team" Auto Union per il 1936.
Sembra già tutto scritto per Rudolf, l'Auto Union organizza per il neo formato team un'ulteriore sessione di test a Monza. Il 4 febbraio 1936 sul velocissimo circuito brianzolo è presente anche il "tutore" di Heydel, von Stuck, il quale si preoccupa personalmente di compiere i primi giri con la macchina per saggiarne l'assetto e prepararla in vista dell'utilizzo da parte dei giovani piloti.
Il primo a portarla in pista e Heydel, il tedesco affronta con la consueta grinta il tracciato di Monza, ma proprio all'altezza della leggera piega dove ora si trova la variante Ascari, Rudolf perde il controllo della sua macchina. Rudolf Heydel e la sua favola finiscono lì, per lui non ci sarà scampo, e il suo nome finirà dimenticato o quasi.

Nessun commento:

Powered by Blogger.