GP Bahrain 2014: i più e i meno

Per fortuna negli abitacoli di quegli aggeggi ormai più fischianti che rombanti ci sono ancora loro, uomini e piloti, che se ne fregano se quello che li spinge è di origine elettrica o meccanica, o un giorno nucleare, per loro prevale sempre e comunque l'istinto di sopraffazione sull'avversario.
Per questa notte nel deserto dimentichiamoci di consumi, flussometri, e godiamoci le innumerevoli lotte che hanno caratterizzato questo sorprendente GP del Bahrain. A partire dai due dominatori Hamilton e Rosberg, passando per i due Force India, i due Williams, il fantastico Ricciardo, ma anche Alonso, Vettel e Raikkonen, insomma praticamente due terzi di griglia che si è messa coltello tra i denti a lottare cercando di ricavare il massimo dalle loro così criticate monoposto.
Ha vinto come ampiamente previsto una Mercedes, ha vinto il predestinato Lewis Hamilton, hanno dominato i motori Mercedes. Vedere la facilità con cui le Force India e le Williams si mangiavano gli avversari motorizzati  Ferrari e Renault è sorprendente e demoralizzante nello stesso tempo. Ma lo stesso è stata una gran bella gara, niente a che vedere con la noia malese,
Detto dell'affidabilità piuttosto sorprendente raggiunta dalla quasi totalità dei team; di un Maldonado che per la prima volta quest'anno fa sembrare la Lotus una monoposto "normale" e poi sperona Gutierrez nemmeno avesse perso i freni; di una coppia Toro Rosso un poco sotto tono per una volta; del recidivo Magnussen che chissà perché punta sempre la posteriore destra della F14 T di Raikkonen come fosse ferro per una calamita; del volo di Gutierrez toccato e decollato come nei migliori sogni di un bambino; di una coppia Ferrari a braccetto nella buona e cattiva sorte ma ai margini della zona punti; di un GP spettacolare e caratterizzato dalla lotta tra coppie; ecco i più e i meno dalla luci della ribalta di Sakhir:

                                                                      Piloti



Efficace:
Hamilton (Si è ripreso la leadership in squadra momentaneamente persa il sabato a causa del gran giro di Nico Rosberg. Lo ha fatto puntando i piedi e pestando i pugni nei confronti di Rosberg, vincendo il duello, anzi i duelli, cui il tedesco lo ha costretto  Perfetto, nel scegliere sempre il lato migliore della pista nel duello con Rosberg, e sono due vittorie consecutive. Ancora non male Felipe Massa che questa volta senza disubbidire ad alcun ordine di scuderia riesce a tenersi dietro il compagno Botttas.)
Vettel (Per una volta tocca anche a lui, per tutto il fine settimana in ombra rispetto al ruspante compagno di squadra. E' evidente come per Seb, così in parte anche per Raikkonen, non c'è ancora il feeling con la monoposto 2014, per tutti e due, amiconi fuori dalle piste, manca ancora qualcosa per cavare il massimo dalle loro macchine.)

Combattivo:
Perez / Ricciardo (Due gladiatori d'altri tempi, grande il carattere del messicano, che di colpo annebbia la stella Hulkenberg e si porta a casa un podio grandioso, con una fine settimana fatto di velocità, grinta, e nessun errore. Incredibile anche Daniel, da 13° a 4° con una serie di sorpassi contro tutto e tutti, praticamente in ogni punto della pista, mancava il sorpasso in corsia box.)
Magnussen (Fine settimana sotto tono per il presunto fenomeno. Costantemente dietro al compagno Jenson Button, nella sua 250° gara, si lascia ancora andare alla ormai consueta toccatina nei confronti di Raikkonen e poi naviga nelle ultime posizioni del gruppo dei non Mercedes.)

Fortunato:
Raikkonen (Questa volta si salva dalla toccata di Magnussen, con i tempi che passano per Kimi conviene guardare a questo come un mezzo successo.)
Button (Poteva dire la sua per la lotta a ridosso del podio, invece la sua McLaren lo lascia a piedi a pochi giri dalla fine.. )


Auto





Efficace:
Mercedes (Cos'altro scrivere? Siamo passati dal dominio aereodinamico telaistico della Red Bull a quello globale Mercedes, una roba stile morte nera di Star Wars. E chissà, al di là di certe dichiarazioni di facciata, se qualcuno riuscirà mai a impensierirli in questo 2014. Montano lo stesso motore e a Sakhir lo hanno saputo sfruttare al meglio sia Williams che Force India, con entrambi i piloti.) 
Ferrari (Se la Red Bull ci mette qualcosa di telaio, e in curva si vede, la F14 T sembra anche carente in quello, poco carico in curva, lenta in rettilineo, qualcuno riesce a suggerire altri possibili difetti?)

Nessun commento:

Powered by Blogger.