domenica 11 maggio 2014

GP Spagna 2014: i più e i meno

E sono quattro. Se non ci fosse stato l'inconveniente di Melbourne probabilmente saremmo qui a celebrare la quinta vittoria nelle prime cinque gara per il cannibale Lewis Hamilton, invece siamo "solo" alla quarta su cinque. Rosberg le ha provate tutte per non dargliela vinta, sia in qualifica che in gara, ma ogni volta finisce con l'inglese che dimostra di avere sempre qualcosa in più del biondino tedesco. Persino con le gomme in crisi Hamilton è riuscito a stare davanti a Rosberg,
Ora, non si capisce quanto quelli della stella a tre punte stiano giocando con gli avversari, quanto non ci tengano a mostrare tutto il loro mostruoso potenziale sino in fondo, perché qualcosa non quadra. Vien persino il dubbio che la "scenetta" finale del fuggitivo Hamilton braccato dall'inseguitore Rosberg sia stata imbastita giusto per non suscitare troppo clamore e dare comunque un parvenza di incertezza al risultato finale.
Idiozie ovviamente - se non peggio:) - ma forse è solo la rabbia mista a imbarazzo mista a preoccupazione nei confronti di un cambio regolamentare che oltre a un suono di m.... ci sta dando solo un dominio fuori da ogni schema di normalità.
Alle sue spalle le due Red Bull hanno stravinto il confronto con la Ferrari; meglio di Alonso e Raikkonen ha fatto anche Bottas con una Williams che in mano sua è sempre pronta per aggrapparsi al podio in caso di evenienza.
Detto del primo podio meritatissimo per Ricciardo; di una Lotus, con un gran Grosjean, incredibilmente a punti; di una Marussia ormai stabilmente davanti alla Catheram; di una coppia McLaren ancora fuori dai punti, e con Magnussen dietro al "vecchietto" Button; di una Force India invece a punti, e con Perez ancora una volta davanti a Hulkenberg ; di un Bottas decisamente più efficace rispetto al compagno di squadra Massa; ecco i più e i meno dall'arena un poco sonnolenta di Barcellona.


                                                                      Piloti


Efficace:
Hamilton (E anche la testa del mondiale è conquistata, e voglio proprio vedere chi riuscirà a levarlo da lassù. Guida forse la macchina più dominante dell'intera storia della Formula 1 ma la guida come solo lui sa fare. Perfetto ancora una volta nello sfruttare al meglio l'ottimo materiale a disposizione. Sempre più convincente Ricciardo, il migliore di "normali", certo guida la Red Bull che non sembra avere mai problemi, i suoi fine settimana sono scanditi da un orologio al contrario di quelli tribolatissimi del suo compagno di squadra, ma è bello vedere per una volta che le varie formule minori non avevano creato false illusioni.)
Maldonado (Ma a che cosa sta giocando Pastor? Sbatte in qualifica, sbatte in gara, di questo passo gli ritireranno la patente prima di Spa, mentre Grosjean  - quello che a detta sua non sporca - va a punti con una macchina che solo un paio di gara fa faceva fatica a uscire dai box. Continuando così il tempo per Maldonado potrebbe finire prima del previsto, sopratutto in caso di passaggio di proprietà della Lotus. )


Combattivo:
Vettel (Lotta, si urta, spinge, sorpassa, le prova tutte, alla fine risale dalla quindicesima alla quadta posizione. Dove sono quelli che lo consideravano capace di andare forte solo quando davanti a tutti? Entusiasmante, l'eroe di giornata, alla faccia della sua presunta crisi. Come non citare poi la coppia Raikkonen/Alonso?  Kimi ha guidato per tutto il fine settimana come fosse al 1000 Laghi, ogni suo passaggio in chicane è stato uno spot per la Formula 1.  Idem per Alonso, sempre feroce quando necessario, e alla fine i due sono arrivati uno dietro all'altro, con strategie diverse, quasi a dimostrare che più di così dalla F14T proprio non si riesce a raccogliere.)
Massa (Barcellona era sempre stata pista favorevole per Felipe, questa volta no, ed è anche per questo che ancor di più risalta la "paga" rimediata dal brasiliano, in qualifica e in gara, rispetto al compagno di squadra Bottas.)

Fortunato:
Vettel (Sembrava essere la vittima predestinata del solito Magnussen versione "speronatore da primo giro", invece l'ha scampata per un pelo e la sua gara è stata un crescendo impressionante.)
Vettel (Due giorni di prove da incubo, un venerdì senza quasi girare e fermo sul più bello della qualifica, qualcuno ha scritto che tutto quello che non gli è capitato negli ultimi quattro anni gli sta capitando adesso.)


Auto


Efficace:
Mercedes (Sempre lei, davanti a tutti, ma un dubbio mi attanaglia. Se solo vantaggio di motore perché Williams e McLaren si prendono un giro come la Ferrari? Se invece di telaio e aerodinamica perché nessuno è ancora saltato fuori come gli anni scorsi con la Reb Bull e la caccia alle streghe su materiali magici o buchi neri nascosti? Tutti zitti? Strano non trovate? Sorpresa Lotus che da carro bestiame si è trasformata in una vera Formula 1, e nonostante Maldonado la sbatta non appena gli capita l'occasione "buona".) 
Ferrari (Eh già, la monoposto che sembrava essere seconda solo alla Red Bull nelle curve ad altro carico si è sciolta alla prima occasione. Lenta in rettilineo, perlomeno nei confronti dei Mercedes, disastrosa in uscita curva, adesso anche con poco carico. E per fortuna che Kimi parla poco e Alonso sembra volersi adeguare per adesso.la zona punti. Si aspetta il Canada, ma chi ci crede più? Sembrava essere l'anno buono per il ricongiungimento con le squadre normali, invece il 2014 per la Catheram si sta dimostrando solo un altro anno da Catheram:)  Fuori dai punti e deludente ancora una volta la McLaren.)
Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0