Un posto libero

Montecarlo 1971, Louis Chiron lo storico direttore di corsa del GP di Monaco fa esporre il cartello dei trenta secondi. In prima fila ci sono i due Jackie, Stewart e Ickx, ma la questione riguarda le macchine alle loro spalle.
La Matra di Chris Amon in seconda fila non vuole saperne di mettersi in moto. I meccanici Matra incuranti di ogni pericolo si lanciano in pista e iniziano a spingere la macchina di Amon cercando di passare tra la Ferrari di Ickx e la Tyrrell di Stewart.
Louis Chiron, grande pilota prima e dopo la guerra, 72 anni, inizia a sudare freddo. I secondi passano. A complicare ulteriormente le cose ci pensa Pedro Rodriguez che, al volante della sua BRM, si rende conto del posto sulla griglia libero lasciato da Amon e ne approfitta all'istante facendolo suo.
Ovviamente la mossa non sfugge a Chiron, i motori iniziano a ululare pronti per il segnale di partenza. il direttore di corsa si sbraccia indicando a Rodriguez di riprendersi - come a questo punto non lo immagina nemmeno lui - la sua posizione originale. Pedro per tutta risposta fa capire a gesti di non comprendere.
Mancano pochi attimi al via, la Matra di Amon intanto sfila è si porta fuori dalla griglia, la BRM di Rodriguez non sembra avere la minima intenzione di ritornare alla fila di competenza, e l'unica azione sensata rimasta per Louis Chiron è abbassare la bandiera a scacchi, sperando che il fascino della gara di Montecarlo faccia passare in secondo piano un'anomalia così evidente.

Nessun commento:

Powered by Blogger.