domenica 29 giugno 2014

Sinfonia in rosso. Parte 1: Furia

- Un genio e un pazzo.
Così lo definì Niki Lauda. Soprannominato "Furia", per il suo carattere non certo facile, Mauro Forghieri rappresentava la costante in quel periodo di cambiamenti e mezze rivoluzioni. Arrivò in Ferrari all'inizio degli anni sessanta, figlio di Reclus Forghieri, anch'esso dipendente nella fabbrica modenese, fu - al pari di Montezemolo, Lauda e  Villeneuve - una delle scommesse stravinte da Enzo Ferrari. Geniale, vulcanico, uno che progettava le macchine sui tovaglioli del ristorante, uno che per un problema riusciva a trovare non una, ma cento soluzioni, e che possedeva la capacità di concepire la macchina dal motore al telaio, arrivando persino a inventarsi il pilota se necessario. Altrimenti con cavolo che Enzo Ferrari se lo sarebbe tenuto per così tanto tempo nella sua squadra; a progettare le sue macchine per di più.
Di lui si diceva anche che i piloti li strizzasse, li asciugasse dal punto di vista emotivo. Quando non ci si poteva arrivare con qualche soluzione tecnica allora andava oltre, in un gioco di forza e convinzione che parecchie volte dava risultati insperati.
- Guarda che la macchina va bene, forse sei tu che devi essere un po' più convinto.
E miracolosamente i tempi si abbassavano. Persino Niki Lauda, uno che sembrava così impermeabile alle pressioni esterne, vacillò parecchio nelle sue stagioni in Ferrari.
Ma al di là del suo carattere  i numeri e i fatti daranno sempre e solo ragione a Forghieri. A parte un periodo di offuscamento nel 1969, e nel 1971-73 con la "troika" Alessandro Colombo, Giorgio Ferrari e Giacomo Caliri, Forghieri fu Direttore Tecnico dal 1962 al 1983. Sotto la sua guida si progetta il cambio trasversale applicato alle Ferrari “T”; con lui la Ferrari ha vinto il titolo piloti F1 nel 1961, 1964, 1975, 1977 e 1979 e il titolo costruttori F1 nel 1964, 1975, 1976, 1977, 1979, 1982 e 1983. Per non dire delle vittoria nei campionati sport nel 1961, 1962, 1963, 1964, 1965, 1967 e 1972.
Fu anche grazie a lui che si pensò alla realizzazione della pista di Fiorano, pista che per anni ha rappresentato un punto di forza rispetto a ogni altra squadra avversaria.
Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0