martedì 18 novembre 2014

Una bella pulita e via...


Tempi duri per Ken Tyrrel quelli di inizio stagione 1982. Gli anni dei successi a ripetizione con Jackie Stewart al volane delle imprendibili vetture blu sponsorizzate ELF sono un ricordo ormai sbiadito. Ritiratosi lo scozzese tra le fila della squadra del boscaiolo sono passati certo altri talenti - Jody Scheckter, Patrick Depailler, Ronnie Peterson, Didier Pironi, Jean Pierre Jarier, giusto per fare qualche nome - ma niente in confronto alla spietata efficienza e velocità in pista del tre volte scozzese campione del mondo.
Per quella stagione soprattutto i pochi sponsor che Ken è riuscito a trovare non gli garantiscono un supporto proprio adeguato per tutto il campionato. Tant'è che il boscaiolo è costretto praticamente ad affittare la seconda macchina al miglior offerente, senza andare troppo per il sottile sulle qualità del pilota. Per la prima guida però continua a tenere fede alla sua fama: quella di talent scout.
Il nostro Michele Alboreto è il prescelto per quegli anni - ha esordito la stagione prima con buonissimi risultati - anche se c'è da faticare a far quadrare i conti e gli sviluppi della macchina inevitabilmente ne risentono.
Un giornalista si sta annotando le novità tecniche presentate dai vari team nel corso di una gara di mezz'estate. Approfittando della disponibilità di Alboreto, uno che non ha nessun problema a parlare e rispondere a domande, inizia a porre questioni sugli sviluppi previsti per quell'anno sul modello 011 a disposizione del pilota milanese.
- Michele che novità ci sono sulla tua vettura rispetto a Le Castellet?
- Uhmm, dunque... credo che la macchina sia stata lavata e riempita di benzina...
Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0