lunedì 5 gennaio 2015

In viaggio

E siamo ancora in viaggio, ancora storditi dall'addio di Alonso, dalle epurazioni maranelliane, dalla ridicola gazzarra regolamentare che a forza di vincolare ha creato libertà imprevedibili e variegate, libertà che comunque molto difficilmente scalfiranno il dominio Mercedes visto nel 2014.
Già, perchè l'impressione è che il 2015 sarà una semplice appendice della stagione passata, con ancor più squadre in difficoltà economica; con le rosse in un purgatorio in cui forse solo i due amiconi Seb e Kimi riusciranno a starci senza morirci; con un solo grande costruttore in grado di fare il bello e il cattivo tempo, gestire prestazioni, giocare con i propri piloti con rivalità posticce in modo da lasciar sempre in vista la carota all'equino di turno.
Con ciò lo stesso proviamoci a non mollare, a riporre in gente come Daniel Ricciardo - il migliore in questo momento sulla terra al volante di una vettura da corsa - le speranze per un futuro non dico migliore ma semplicemente diverso; a ragazzi adolescenti e irriverenti come Verstappen Jr di ribaltare l'ordine prestabilito; a dover pagare per vedere i GP in TV quando si stava decisamente meglio quando si stava peggio; a sperare che le menti e le piste si ripuliscano di idiozie come il DRS e certi motori ipercostosi, e regalino a chi di corse respira la concezione di corsa come veicolo veloce guidato al limite da un essere umano. Tutto qua.
Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0