giovedì 16 aprile 2015

Dal nostro inviato.

E' un pensiero nato in una fine giornata come tante altre, un po' catatonico e cloroformizzato dopo otto ore e più di ufficio, davanti alla  TV in attesa della cena. Emozionante... no, ma vedere sfilare davanti ai miei occhi tutta una serie di inviati nelle sedi delle principali squadre italiane, e soprattutto sentirli parlare di elettrizzanti sedute di allenamento, con dettagli su pranzi, cene, situazione ortopedica e psicologica di giocatori ma non solo, quel pensiero è nato...
Perché per un'ora e più davanti ai miei occhi son passate immagini e nelle mie orecchie risuonate parole legate esclusivamente al calcio? Perché il network televisivo - a pagamento - proprietario dell'esclusività in Italia sulle trasmissioni della Formula 1 non si sforza minimamente di provare a vendere il prodotto "F1" allo stesso modo del prodotto "calcio"?
Cosa cambierebbe se un tizio si piazzasse davanti ai cancelli di Maranello per riassumere quello che è successo in giornata? E uno a Milton Keynes? Un altro magari a Woking, se si parlasse quotidianamente delle varie squadre, prospettive future e bilanci, e via così, cominciare a creare una cultura di base nella massa, un "rumore" amico e rassicurante, certo condito con banalità di ogni tipo, entrare in ogni casa con la quotidianità da corsa. Lo si fa da anni con il calcio. perché chi può non lo fa? Limitandosi a un servizio a giornata di un paio di minuti. se una rossa è la davanti, altrimenti ancora meno.
La mia passione è nata sulla base di alettoni mal posti e livree improbabili durante amene e lontane sessioni di test invernali,  un bombardamento a cui mi sottoponevo e che ha calcificato in me certe sensazioni. Anche adesso di argomenti e personaggi di cui parlare ne esistono eccome, rossa a parte, ma anche quella, a uno come Raikkonen si potrebbe dedicare un canale esclusivo, ma anche parlare dei giovani piloti, ripetere concetti triti e ritriti, ma farli diventare materia comune, insomma, di mezzi per rilanciare il carrozzone ce ne sono eccome, manca la volontà, le idee, la paura di spostare certi equilibri.
Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0