Il fine giustifca i mezzi

Siamo a Kyalami, anni settanta, nel periodo in cui Bernie Ecclestone iniziava ad organizzare le squadre in un unico fronte contro organizzatori e federazioni varie, tentativo che negli anni si potrà dire perfettamente riuscito.
Comunque, andiamo al sodo. Il momento è di totale relax, a bordo piscina dell'albergo in cui il Circus è ospitato, piloti e team manager si godono il sole sudafricano lontano da ogni possibile preoccupazione e forma di tensione agonistica. Non del tutto in verità...
Hans Stuck, pilota tedesco dal fisico imponente, si diletta a percorrere l'intera vasca nuotando sott'acqua. Altri ci provano ma solo il biondo pilota sembra riuscirci con naturalezza.
Ecclestone, fisicamente l'esatto opposto di Stuck, aspetta che il tedesco riemerga dopo l'ennesima dimostrazione.
- Ehi quanto scommetti che riesco a farlo anche io?
In parecchi a bordo piscina si scambiano sorrisi e sguardi piuttosto eloquenti. Anche Stuck sorride, indica a Ecclestone di entrare in vasca.
Bernie si rivolge a Herbie Blash, suo fido collaboratore per anni:
- Herbie, vai a prendermi maschera e boccaglio,

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ritengo Ecclestone uno dei personaggi più luridi comparsi nel mondo della F1.

Powered by Blogger.