mercoledì 7 ottobre 2015

Grazie Don!

Questa storia emerge da uno scambio di ricordi e opinioni sulla Shadow , squadra inglese che negli anni settanta rappresentò un onesto tentativo di sfondare nel mondo dei GP. Vera o falsa che sia merita di essere raccontata.
"Me ne stavo tranquillo in corsia box a Kyalami, durante il fine settimana del GP del Sud Africa del 1973, quando un paio di meccanici spingendo una Shadow toccarono leggermente il muretto con il radiatore dell'olio. Un piccolo graffio, quasi nulla.
Non feci nemmeno in tempo a formulare questa considerazione che uno dei due meccanici scattò verso il box e in pochi attimi era già di ritorno con un nuovo radiatore. Terminato il montaggio il vecchio finì in un grosso contenitore destinato ai rottami.
Non ci rimase per molto, decisi di prenderlo e, una volta a casa, lo montai come radiatore di supporto sulla mia Mini S, vettura con cui correvo in corse tra amatori.
Quel radiatore "danneggiato" durò più di dieci anni svolgendo più che egregiamente il proprio compito.
Per questo, grazie Don!"
Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0