mercoledì 27 gennaio 2016

Dalla Calabria all'Australia

E' un altro esempio lampante di emigrato da corsa, categoria di persone che in noi italiani trova esempi particolarmente significativi. Di chi si sta parlando? Di Alfredo Costanzo, calabrese di origini, emigrato agli antipodi con licenza di pestare sul pedale di acceleratore più forte di chiunque altro.
Lasciando perdere il "solito" Mario Andretti, Costanzo è emblematico di come la capacità di arrangiarsi e la passione nostrana per i motori trova quasi sempre applicazione perfetta e risultati di conseguenza.
Alfredo Costanzo diventa quattro volte - dal 1980 al 1981 - campione Australiano grazie anche al prezioso lavoro del cognato e meccanico Mario Ciuffetelli, tante vittorie, onore e riconoscimenti, ma qui vogliamo parlare di una sconfitta, che però tanto sconfitta non risultò.
Andiamo con ordine: dalle ceneri della gloriosa Tasman Series,  monoposto di Formula 1 prestate alla stagione estiva australe - nacque - e morì nel giro di tre anni - la Rothamans International Series, serie destinata a vetture di Formula 5000, ma non solo, anche di qualche Formula 1 non proprio fresca di presentazione, e di Formula Pacific, una via di mezzo tra un paio di Formule europee.
L'ultima edizione - quella del 1979 - vede una delle prima applicazioni dell'insana idea - utilizzata e poi cassata anche dai soloni della Formula 1 non più di un annetto fa - del punteggio maggiorato in occasione dell'ultima prova. 10-9-8-7-6-5-4-3-2- 1 per le prima tre prove, e 15-14-13-12-11-10-9-8-7-6-5-4-3-2-1, in occasione dell'ultima gara della seria a Oran Park.
E proprio su questa idiozia cade il nostro eroe.
Alfredo è un fulmine quell'anno, al volante della sua fida Lola T430, messa a punto in modo magistrale dal cognato, il pilota italiano domina le prima due prove - a Sandown Park e Adelaide - occasioni in cui si mette alle spalle anche vetture di Formula 1, ma un incidente all'ultima prova di Oran Park lo lascia fuori dai giochi e consegna il campionato nelle mani di Larry Perkins.
Si rifarà negli anni successivi ma senza il sortilegio del punteggio aumentato Costanzo quell'anno avrebbe vinto lui, per la precisione con 6 punti di vantaggio.


Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0