GP Canada 2017: cinque risposte (più due) da Montreal

Poteva essere da parte della Ferrari un colpo decisivo alle ambizioni Mercedes, proseguire nella sequenza di vittorie iniziata a Montecarlo, ricacciare al mittente il prevedibile tentativo di reazione... e invece Montreal ha dato un risultato ben diverso.
La coppia quasi perfetta in rosso vista nel principato ha stentato, e parecchio, nel fine settimana canadese. A partire dalle qualifiche, dove Hamilton ha annichilito un falloso Raikkonen ma anche uno specialista del giro veloce come Sebastian Vettel.
In gara poi la pessima partenza di Vettel - e il quasi muro di Raikkonen -, per non parlare della toccatina di Verstappen e della titubanza del muretto rosso nel richiamare Seb in pista con ala anteriore penzolante, hanno chiuso definitivamente il cerchio dell'orrido rosso canadese.
Fossimo stati in uno sport di squadra probabilmente al primo giro sarebbe stato il momento di un time out lampo, una pausa per raccogliere le idee e riprendersi dopo una serie di eventi negativi, ma i time out in Fomula 1 non ne esistono. Per cui una Ferrari incerta e titubante ha vagato per le strade di Montreal recuperando il recuperabile, ma l'occasione persa rimane decisamente di quelle da mangiarsi le mani. Chi vede il bicchiere mezzo pieno, beh, forse si accontenta.
Vediamo comunque adesso le risposte alle cinque domande a cui la gara sull'isoletta olimpica doveva dare una risposta:

1) Partiamo ovviamente con la domandona dell'anno... prima al traguardo una Ferrari o una Mercedes? Mah, puntiamo su un ritorno Mercedes. E infatti...
2) Chi meglio in gara tra i due Mercedes? Dico Hamilton, sempre in gran spolvero a Montreal. Quest'anno più che mai.
3) Avremo almeno una McLaren a punti? Dico SI, magari con l'aiuto di un meteo imprevedibile. Nulla, nemmeno le sette piagfhe d'Egitto potrebbero fare brillare le monoposto anglo-giapponesi.
4)  Chi meglio al traguardo tra i due galletti Toro Rosso? Dico Kvyat, se magari finisce di essere bersagliato dalla sfortuna. Guerra tra poveri questa della Toro Rosso a Montreal, ma la classifica dice questo a fine gara.
5) Riproviamoci anche con questa... Lance Stroll in Q2? Dico NO, di muretti da centrare a Montreal ce ne sono parecchi. Nesssun muretto centrato e primi punti per Lance ma la Q2 è ancora lontana.

5+1) Tre nomi per il podio? Hamilton, Vettel, Raikkonen. Poco coraggio forse, diciamo che il dubbio se il finlandese indicato sia quello giusto. Non è stata questione di coraggio ma di giornata proprio storta.
5+2) Un nome per la pole position? Raikkonen. E se per caso il Kimi nazionale dovesse ripetersi?

Non fosse per la mezza debacle Ferrari sarebbe stato quasi un buon risultato. Invece i due in rosso mi hanno fregato. Ma vediamo anche il coraggioso Alessio:

Alessio Angelico ha detto...
1) Ferrari
2) Hamilton
3) No
4) Sainz
5) No
5+1) Raikkonen, Vettel, Hamilton
5+2) Raikkonen 
Stessa situazione direi, con le ultime due domande tradite dal mezzo flop Ferrari. Vedremo se a Baku la situazione tra Mercedes e Ferrari subirà l'ennesima inversione di rotta.

Nessun commento:

Powered by Blogger.