GP Cina 2018: cinque domande (più due) per Shanghai

Per una volta lasciamo perdere la pur appassionante lotta al vertice,  insomma lasciamo perdere Mercedes e Ferrari - anche se su Red Bull e la sua "latitanza" ce ne sarebbe parecchio da discutere - e parliamo invece di Toro Rosso, Haas, Sauber, McLaren, insomma della rinnovata ed estesa lotta per le posizioni a ridosso del podio.
Riguardatevi la partenza di Sakhir: impressionante la lucidità mostrata da Gasly nelle prime fasi di gara, nel corpo a corpo con i migliori della classe. Certo il pacchetto aerodinamico sfoggiato dalla Toro Rosso e i livelli di potenza e affidabilità raggiunti dal motore Honda - già intravisti nei test pre-stagione - hanno aiutato, ma il francesino è stato semplicemente esemplare nella condotta di gara. Uguale plauso va in verità anche a Kevin Magnussen - forse ha capito che "fare a botte" con il primo che capita a ogni curva non porta assolutamente a niente - costante e veloce per tutto il fine settimana, e anche a Marcus Ericsson, dato come spacciato da taluni - alzo la mano anche io! - nei confronti della promessa Leclerc e invece inaspettatamente competitivo sia in qualifica che in gara.
Chiudiamo questa carrellata con il solito Ocon, capace di portare a punti una Force India zoppicante, e all'incredibile vicenda Alonso-McLaren-Honda-Renault. Ci fosse John Frankenheimer ancora in vita la userebbe sicuramente come trama per "Grand Prix 2". Confesso che, a parte la l'eterna lotta tra quelli in argento e quelli in rosso, le macchine che sto a controllare sia in qualifica che in gara sono le Toro Rosso e le McLaren, perchè la vicende come questa della Honda che colpita nell'orgoglio si prende certe rivincite mi danno la voglia di seguire sempre e comunque la Formula 1
Ora, veniamo a Shanghai, al suo meteo poco prevedibile, alla sue nebbietta da Lomellina, e sotto con le cinque domande a cui il GP di Cina dovrà dare una risposta:

1) Si parte con il gran classico: chi prima al traguardo tra Mercedes e Ferrari? Dico ancora Mercedes, non fosse altro per scaramanzia.
2) E in qualifica? Mercedes, con un Hamilton magari in gran spolvero su pista umida.
3) Chi meglio tra McLaren e Toro Rosso a fine gara? Punto su McLaren, e un Fernando Alonso furioso.
4) E in qualifica chi davanti tra i due Sauber, Leclerc ed Ericsson? Diciamo Leclerc, anche se il suo ambientamento in F1 è ancora lontano dal divenire.
5) Chi meglio tra in gara tra i due della Williams?  Punto su Sirotkin che ha lampi di efficenza al limite della normalità.

5+1) Tre nomi per il podio? Hamilton, Vettel, Ricciardo. Riusciranno a finire una gara le latttine blu prima o poi...
5+2) Un nome per la pole position? Hamilton. Come sopra, magari con condizioni limite... o magari per scaramanzia

Al solito ci si vede dopo la gara per rivalutare le risposte, e al solito chi vuol dire la propria che lo faccia senza farsi problemi.

1 commento:

Alessio Angelico ha detto...

1) Mercedes
2) Hamilton
3) Toro Rosso
4) Leclerc
5) Sirotkin
5+1) Hamilton, Vettel, Raikkonen
5+2) Hamilton

Powered by Blogger.