GP Inghilterra 2018: cinque risposte (più due) da Silverstone

Probabilmente si era già preparato lo show post gara, con tanto di galleggiamento sulla folla, discorso patriotico, gemellaggio ideale con la nazionale di calcio inglese protagonista dei mondiali, e invece...
La reazione da bambino viziato di Lewis Hamilton è la faccia triste di una - qualunque sia il colore del proprio tifo - domenica parecchio esaltante.
Fa un poco scuotere la testa, e riflettere, vedere l'astio mostrato nei confronti di un pilota reo di averlo toccato - intendiamoci la cazzata è tutta, o quasi tutta, di Kimi - nella sua pista. Certo c'è l'adrenalina e lo stress fisico e psichico in una giornata tra le più calde della recente storia inglese, ma vengono in mente le volte in cui le parti erano invertite - Canada e Giappone 2008, andatevele a rivedere please - e la fantastica, unica possibile, reazione di Kimi. Un gesto, una singola frase, e tutto alle spalle dopo pochi minuti.
Quest'uomo - Raikkonen - anche domenica ha ammesso la colpa senza fare storie, o contare i secondi presi come penalità: ha scosso le spalle, e via. Kimi dovrebbe dirigere multinazionali, governi e nazioni, nella sua razionalità e saggezza è un esempio a tutto campo.
Dopo Gandhi e Martin Luther King, sono sicuro che un giorno ci sarà anche Kimi Raikkonen tra i grandi pensatori del pianeta.
Forse sto esagerando, forse nessuna vittoria potrà mai abbastanza esaltare quello che rappresenta una personalità come Raikkonen nel sui sport.
Ok, adesso la smetto, ma prima permettetemi di lodare anche la fantastica gara nascosta di Fernando Alonso, anche lui, come Kimi, dopo 17 anni di Formula 1 a lottare per un ottavo posto. Lo spagnolo domenica ha fatto un'altra delle sue imprese nascoste, una piccola gemma che vedrà poca luce, ma che esalta ancora di più la genialità in pista di Fernando.
E adesso, dopo questi vaneggiamenti a fondo, perso veniamo adesso alle risposte alle domande posta alla vigilia del GP d'Inghilterra dovrà dare una risposta:

1) Sarà monotono ma lo stesso si parte con il gran classico: chi prima al traguardo tra Mercedes e Ferrari? Dico Mercedes, ma giusto per stare con il coro. E invece no, grazie a un fantastico Sebastian Vettel.
2) E in qualifica? Qui Hamilton, quindi Mercedes. Di poco ma Lewis l'ha spuntata.
3) Chi meglio tra i due Red Bull a fine gara? Punto su Verstappen, ancora, per me papabile campione del mondo a fine anno, altro che palle... Grande gara di Max prima di avere problemi
4) E in qualifica chi davanti tra i due rampanti Leclerc e Gasly? Dico Leclerc, non fosse altro per una Sauber in vantaggio di motore. Grande prestazione ancora una volta di Charles, sempre più convincente.
5) Chi meglio a fine gara tra i due Renault? Punto comunque su Hulk, in crisi di risultati. E infatti...

5+1) Tre nomi per il podio? Bottas, Raikkonen, Hamilton. Mai come questa volta tirati a caso...
5+2) Un nome per la pole position? Hamilton. Ovviamente...

Non male questa volta, ma qualcuno direi che ha fatto meglio: 

Alessio Angelico ha detto...
1) Mercedes
2) Mercedes
3) Ricciardo
4) Leclerc
5) Hulkenberg
5+1) Hamilton, Vettel, Raikkonen
5+2) Hamilton
PODIO!!! completo per Alessio. Stavolta c'è poco da dire, una striscia verde quasi continua, non fosse per la vittoria di Seb. Ci si vede tra due settimane in Germania. Ciao.

Nessun commento:

Powered by Blogger.